Parco Nazionale della Majella La Luggette e la Tagliata

aprile 2020

Camminare nella storia ai piedi della Montagna Madre, dalle antiche tagliate dell'Aventino alla Linea Gustav.

tagliata relIl versante orientale della Majella, inclusa la valle del fiume Aventino, è uno dei territori più affascinanti dell'Abruzzo, e conserva nella monumentalità dei suoi paesaggi i segni lasciati dall'uomo nel corso della storia; segni anche dolorosi, perché proprio qui fu approntata dai tedeschi la linea Gustav, fronte di difesa per bloccare l'avanzata da sud dell'esercito alleato.
In questo lembo di terra, in cui le montagne a volte si innalzano fin quasi a toccare il cielo, altre volte sprofondano nelle forre e nei solchi tracciati dalle impetuose acque dei fiumi, la natura ha dettato le sue leggi e le sue regole. L'uomo ha saputo adattarsi, per millenni l'economia pastorale ha modellato il paesaggio... i disboscamenti, i tratturi, le fortificazioni, i monasteri, gli eremi e le grotte pastorali, le gualchiere e le tintorie, le vie di comunicazione... una storia minore scritta o meglio intagliata nella roccia.

L'ITINERARIO è ricco di interesse... la vecchia "Tagliata", strada medievale incisa sul fianco della montagna e in affaccio sulle acque dell'Aventino, antica via percorsa dai mulattieri che trasportavano i carichi di lana verso Napoli e Sulmona, la "Luggette", acquedotto medievale intagliato in uno sperone roccioso ai piedi del Vallone di Taranta, dove un tempo esisteva l'antico monastero di San Pietro, il borgo di Lettopalena vecchia distrutta dai tedeschi durante la seconda guerra mondiale per la spietata logica della terra bruciata e diventata museo all’aperto, il Sacrario della Brigata Majella sorto in memoria dei caduti dell'eroica formazione partigiana che operò per la resistenza in Abruzzo e la liberazione fino a Bologna e Asiago.

Vieni a vivere due giorni di full-immersion nella natura incontaminata del Parco Nazionale della Majella, partecipando anche all'escursione "La Majella dei pastori".

  • Percorso: traversata di ca. 7 km
  • Dislivello: ca. 260 m in salita e ca. 150 m in discesa
  • Difficoltà: E medio/facile
  • Dove: Parco Nazionale della Majella

Equipaggiamento necessario

Zaino, scarponi da montagna, bastoncini da trekking, abbigliamento a strati, mantellina per la pioggia o k-way, guanti e berretto, macchina fotografica, crema solare, medicine personali, pranzo al sacco e acqua.

Puoi prenotare fino a...

Entro le ore 18.00 del giorno prima, ai recapiti sotto indicati.
Allo scadere, l'escursione sarà confermata agli iscritti, dopo aver controllato le ultime previsioni meteo e il numero dei partecipanti.
Su richiesta di gruppi o singoli, almeno una settimana prima.

Dove ci incontriamo?

Appuntamento alle ore 9.30 a Taranta Peligna, bivio di accesso alle Grotte del Cavallone sulla SS84 tra Lama dei Peligni e Palena (coordinate GPS 42° 1'23.69"N  14° 9'46.44"E). Auto proprie.
Fine attività: nel pomeriggio verso le ore 15.30-16.00.
Il programma potrà subire variazioni in base alle previsioni/condizioni meteo.

Costo dell'attività

€ 15,00 a persona (bambini 8-12 anni gratis),
massimo 25 persone.

Dove dormire

Se vieni da lontano, contattaci e sapremo indicarti la struttura ricettiva che fa per te. Oppure vai a guardare sul sito del Parco.

Contattaci Ora!

Se vuoi partecipare ad una delle nostre attività completa il seguente form... ti ricontatteremo al più presto!
Per inviare il form devi acconsentire al trattamento dei dati personali
logo-guide-small

Vuoi venire con noi e
preferisci chiamarci?

AMM Claudia Di Nardo 339.7320568
AMM Luciano Ruggieri 346.3541731
info@abruzzoparks.it

Abruzzo Parks di Claudia Di Nardo - Telefono 339.7320568 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.IVA 02079010688
ASD Abruzzo Parks - Telefono 346.3541731 (Luciano Ruggieri) - CF 92054810673