Parco Nazionale della Majella La Nord delle Murelle

data da concordare

Sulle tracce dei pastori su Scrimacavallo e le Gobbe di Selvaromana fino all'affaccio sulla Nord + tappa allo stazzo della "Ruttilicchie".

gobbe relLe grotte pastorali sul massiccio della Majella sono circa 300!! L'assenza di malta e intonaco da questi ripari sotto roccia, chiusi con muretti in pietra a secco, non ne diminuisce il valore di testimonianza storica. La monticazione in grotta, ossia il trasferimento stagionale delle greggi verso i pascoli in alta quota, ha caratterizzato per secoli e fino a qualche decennio fa la vita di tutte le valli della Majella. La salita ai pascoli alti iniziava nel mese di maggio, con l'occupazione delle grotte più vicine ai paesi (ad esempio, la Grotta Cavaliera), e terminava verso la fine di giugno, quando le greggi raggiungevano le sedi stabili, le grotte più alte vicino ai pascoli estivi (come la Ruttilicchie). Poi ai primi freddi si ritornava giù in paese.

Fino al 1995, la Ruttilicchie (la grotticella) è stata la casa estiva di Domenico Di Bello, detto l'avvocato", pastore molto noto agli escursionisti, che per oltre venti stagioni vi ha abitato ininterrottamente insieme al suo gregge. Siamo curiosi di andare a vedere cosa rimane!

L'itinerario percorre il boscoso crinale di Scrimacavallo e delle Gobbe di Selvaromana fino all'affaccio mozzafiato verso la Nord delle Murelle, la grande muraglia dolomitica nascosta nel cuore della Montagna Madre, il "Paretone della Majella", inviolato fino al 1979. Da allora sono pochi gli alpinisti che si sono confrontati con la sua roccia friabile e le sue cenge erbose... un luogo selvaggio e isolato, il regno dei camosci, un bellissimo angolo di Appennino tutto da scoprire!

L'itinerario non presenta difficoltà e permette di ammirare in questa stagione il contrasto cromatico tra il rosso della faggeta e il verde scuro della mugheta, una Majella d'autunno vestita che saprà come sempre accoglierci tra le sue generose braccia materne!

Vieni a vivere due giorni di full-immersion nella natura incontaminata del Parco Nazionale della Majella, partecipando anche all'escursione "La Majella dei pastori".

Possibile l'incontro con...

lupo, aquila reale, orso, camoscio, cervo, volpe, animali al pascolo, vipera dell'orsini

Equipaggiamento necessario

Zaino, scarponi da montagna, bastoncini da trekking, abbigliamento a strati (fino al pile), giacca antivento, mantellina per la pioggia o k-way, guanti e berretto in pile, cappello, crema solare, macchina fotografica, binocolo, medicine personali, dispositivi di protezione individuale (mascherina e gel), pranzo al sacco e acqua.

Dove ci incontriamo?

Appuntamento alle ore 9.00 presso il Rifugio Pomilio in località Majelletta (coordinate GPS 42°09'39.5"N 14°07'58.0"E). Auto proprie.
Fine attività: nel pomeriggio verso le ore 17.00.
Il programma potrà subire variazioni in base alle previsioni/condizioni meteo.

Costo dell'attività

€ 15,00 a persona (bambini 9-12 anni gratis).
Massimo 25 persone.

Dove dormire

Se vieni da lontano, contattaci e sapremo indicarti la struttura ricettiva che fa per te.

Contattaci Ora!

Se vuoi partecipare ad una delle nostre attività completa il seguente form... ti ricontatteremo al più presto!
Per inviare il form devi acconsentire al trattamento dei dati personali
logo-guide-small

Vuoi venire con noi e
preferisci chiamarci?

AMM Claudia Di Nardo 339.7320568
AMM Luciano Ruggieri 346.3541731
info@abruzzoparks.it

Abruzzo Parks di Claudia Di Nardo - Telefono 339.7320568 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. - P.IVA 02079010688
ASD Abruzzo Parks - Telefono 346.3541731 (Luciano Ruggieri) - CF 92054810673